cronaca padovana

vuoi ancora andar in centro in auto? 

A Padova e il problema dello sicurezza nel centro storico continua ad essere un argomento spinoso e senza soluzione. Ancora una volta c’è stata un’aggressione e questa volta a farne le spese é stato un giovane studente universitario e la sua Smart.

Il giovane protagonista di questa brutta avventura ha 22 anni ed é uno studente universitario residente in centro storico. Mercoledì sera stava tornando a casa dopo aver passato alcune ore in compagnia di alcuni amici e ha imboccato via Soncin, che a quell’ora era piena zeppa di persone.

Il giovane ha cercato di farsi strada attraverso la “marea umana ” a colpi di clacson, ma le persone anziché spostarsi hanno iniziato a battere sul tettuccio dell’automobile. E ad un tratto sono entrati in scena due energumeni che hanno aperto le portiere dell’auto e hanno iniziato a picchiare a sangue lo sventurato studente. Come se non bastasse i due picchiatori hanno pure sfondato il lunotto posteriore della Smart.

Fortunatamente per lo studente non tutte le persone presenti sul posto erano degli emeriti stupidi e un ragazzo é accorso in suo aiuto facendo intervenire gli uomini della polizia.

Il giovane é stato accompagnato in ospedale dove gli sono state riscontrate ferite guaribili in 4 giorni. Dei due picchiatori neppure l’ombra, ma nelle prossime ore la loro latitanza finirà. La polizia ha già acquisito i video delle telecamere di sicurezza presenti nella zona e nelle prossime ore prenderanno sicuramente questi due criminali.

intanto al portello:

La zona del Portello sta vivendo un periodo non proprio felice. I tanti problemi di sicurezza e dello spaccio della droga preoccupano gli abitanti del quartiere. Ed ora un nuovo problema é venuto fuori e riguarda il monopolio del kebab.

Il kebab é un panino a base di carne e verdure di origine turca e persiana. E’ diventato famoso soprattutto grazie all’immigrazione di cittadini di questi paesi in Europa. E anche a Padova sono apparsi dei negozi che producono questo ottimo piatto.

E anche al Portello esistono i cosiddetti “kebabbari”. Sono due gli artigiani che si dilettano nell’arte di questo panino turco, ma il problema é che i due concorrenti hanno i rispettivi negozi distanti neppure 2 metri l’uno dall’altro.

I ristoranti in questione sono il Pizza’n Love e lo Street Food e il primo appartiene a Mohamed Dawaini mentre il secondo é gestito da un siriano. Il Pizza’n Love é stato l’ultimo ad essere aperto e il rapporto tra i due gestori é stato teso fin dai primi giorni di lavoro.

Inizialmente ci sono state parole grosse e insulti da parte del siriano al nuovo concorrente. Poi le cose si sono fatte più serie quando il signor Dawaini si é trovato con i fili elettrici del suo negozio tagliati e quindi senza energia elettrica. E infine siamo arrivati a quello che é accaduto ieri mattina con il gestore di origini sirane che ha perso la ragione e ha preso a pugni in faccia il malcapitato rivale. Pugni che hanno provocato un occhio nero e una prognosi di 30 giorni. Sul posto é intervenuta anche una gazzella della polizia a riportare l’ordine e la tranquillità.

Come finirà questa guerra del kebab non c’è dato saperlo , ma sicuramente questo fatto non é per nulla edificante per un quartiere come il Portello.

Una risposta a “cronaca padovana

  1. Rettifico: la distanza fra i due è molto minore a 2 metri..visto che hanno in comune un muro…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...